Occhio a chi non conosce Vista… Parte 1

Bene… succede che a volte, qualcuno commenti un post semplice semplice dando subito addosso a chi l’ha scritto. Per l’occasione ci stiamo riferendo a tal Crossbower, che non solo si nasconde dietro un nick senza un indirizzo di una qualsiasi pagina… ma ha il coragigo di citare una delle peggiori propagande mai scritte contro Vista, la cui versione originale potete trovare a questo link.

Orbene… Rispondiamo a questo inutile articoletto. Rispondo da utente di Vista e da conoscitore anche se non espertissimo dei computer e dell’informatica.

Capitolo 1: Trusted Computing e DRM (ovvero leggere cipolla e capire deriva dei continenti).

Con Digital Rights Management (DRM), il cui significato letterale è gestione dei diritti digitali, si intendono i sistemi tecnologici mediante i quali i titolari di diritti d’autore (e dei cosiddetti diritti connessi) possono esercitare ed amministrare tali diritti nell’ambiente digitale, grazie alla possibilità di rendere protetti, identificabili e tracciabili tutti gli usi in rete di materiali adeguatamente “marchiati”.

Giustissimo. Sistemi che sono presenti almeno dall’anno 2000 su molti documenti e contenuti digitali. Per esempio la famosa protezione CSS dei dvd è un sistema di DRM. Giusto per mettere in chiaro di cosa stiamo parlando.

Queste sigle indicano tecnologie atte ad impedire agli utenti di fare quello che vogliono col proprio pc. Un’anticipazione sono le attuali tecnologie DRM che vi impediranno di copiare i cd audio o dvd, ma anche di vederli su pc diversi o guardarli su tutti i lettori. Se avete acquistato musica su internet o un cd con queste protezioni probabilmente vi sarete gia’ imbattuti in queste restrizioni, spesso molto fastidiose e che vi impediscono di fruire completamente del vostro acquisto.

Errato. Una semplice tecnologia di DRM è anche proteggere i propri documenti di testo con una password. Questa è una forma di DRM. Le paventate tecnologie orrorifiche di cui si fa cenno nell’articolo non le ho ancora viste. Certo, potremmo parlare del famigerato rootkit della Sony, che ora sta denunciando i tipi che glie lo hanno fatto. Eppure i DRM attualmente non sono diversi da quelli che c’erano 5 anni fa.

Ad esempio gia’ ora potete ascoltare un brano musicale solo dal pc con cui l’avete scaricato se questo contiene DRM, come file .wmv, .wma, .aac acquistati su jukebox online, ma anche file della stessa natura creati da voi stessi potrebbero crearvi problemi se eseguiti su altri computer, soprattutto quando vi sara’ impedito di esportare i contenuti in altri formati di file…

Un mare di cazzate. Non c’è alcun impedimento attualmente a spostare i file su un altro pc o su una penna usb, non ci sono problemi a convertire un file.

Queste tecnologie, spacciate come strumento della lotta alla pirateria, sono state potenziate in Vista ed estese a tutto cio’ che si può fare col pc. Non si tratta solo di non poter ascoltare su di un altro PC la musica, sia quella pirata che quella regolarmente acquistata. Sarete vincolati anche in tutto il resto! Dai componenti hardware, ai programmi più comuni, addirittura ai vostri documenti, immagini, filmati che vorreste conservare.

Bene. Da utente di Vista Ultimate, posso assicurare che sono un mare di cazzate. Io con Vista ci facico esattamente le stesse cose che facevo con XP, con gli stessi identici limiti.

UPDATE: come mi hanno fatto notare nei commenti, questa frase può sembrare ambigua, per cui chiarisco: mi riferisco alle presunte limitazioni che mi impedirebbero di fare quello che facevo con XP, limitaizoni che semplicemente non esistono. /UPDATE

Quando ho installato Vista, non mi è apparsa la schermata “cambia componenti o non mi installo”. Le mie componenti sono molto pre-drm… Un Athlon 1.3, 512 MB di RAM e 128 MB sulla GeForce. Nessun problema.

Capitolo 2: A decidere cosa fare col vostro pc non sarete piu’ voi! (ovvero dell’arte di seminare FUD)

Inizialmente queste protezioni saranno poco applicate, o facilmente aggirabili. Questo, del resto, e’ l’unico modo per far si che queste tecnologie si diffondano. Sono gia’ celebri, per gli addetti ai lavori, le dichiarazioni di un importante uomo del settore che afferma come l’unico modo per far si che gli utenti accettino queste tecnologie e’ ingannarli sulla loro natura.

Certo, sono stati così ingannati che sono addirittura disponibili con precisione le specifiche del modulo TPM, e queste specifiche sono scaricabili e verificabili. Da notare, che nel peggiore stile propagandistico non viene detto chi sia “l’uomo del settore”, non viene fornito un link a queste fantomatiche dichiarazioni, e non si capisce esattamente perchè le dichiarazioni di un millantato quanto inesistente esperto debbano essere celebri.

In futuro, quando saranno sufficientemente diffuse potranno essere usate nel pieno delle proprie potenzialita’, senza che nessuno possa far nulla per impedirlo o evitarle. E non limiteranno solo quelli che usano Windows Vista, ma anche i fruitori di altri sistemi perche’ cio’ che e’ protetto da queste tecnologie non sara’ utilizzabile su sistemi diversi da Vista, mentre chi usa Vista non potra’ visualizzare lavori fatti da chi non usa queste protezioni!

Alè. Altre cazzate. Onestamente, ma vi paiono argomenti logici? No, perchè davvero, ma un utente Mac, per dire, che crea un pdf con il suo MacOS, per quale ragione non dovrebbe essere letto da altri OS? Siamo seri, questo uvol dire ammazzare l’economia del lavoro al computer. Se uno si ferma un attimo a riflettere capisce che è una cosa totalmente deleteria per l’industria software e hardware.

Pensateci bene, una volta che sarete legati alle tecnologie TC non potrete piu’ tornare indietro senza perdere tutto quello che avete creato, scritto, archiviato. La vostra tesi di laurea, il filmato del vostro matrimonio, le foto dei vostri figli potrebbero non essere piu’ visualizzabili dopo pochi anni solo perche’ il pc su cui le avete scaricate si e’ rotto e su quello nuovo mancheranno le certificazioni necessarie a visualizzarle, certificazioni che sono andate perse con la rottura del vecchio PC o perche’ le stesse tecnologie di protezione si saranno evolute perdendo la compatibilita’ con la versioni precedenti.

No, ciccio, sei tu che ci devi pensare bene: stai dicendo cazzate. Soffermiamoci un attimo a pensare alla crittografia RSA a chiave asimmetrica: bene, ora se tu perdi la tua chiave privata, come cazzo li recuperi i dati? ecco, bravo. Qui non è un problema di tecnologie o meno, è un problema che se perdi un elemento fondamentale, non puoi recuperare i dati, punto. Quanto alla storia delle certificazioni e cazzi vari… Vorrei dire che evito pure di esprimermi, ma seriamente: pensate davvero che se un pc si rompe, e voi recuperate il contenuto dell’hd poi non lo potete leggere? Siamo seri, ci sono professionisti che perderebbero milioni. Continua ad essere la morte del mercato dei pc. Ah, a proposito, e se lo cambio il pc? Perchè prima o poi lo devo cambiare…

Insomma, vogliono dirci cosa poter installare e cosa poter guardare, quando acquistiamo qualcosa non saremo piu’ liberi di farne quello che vogliamo, blinderanno ogni nostro filmato, foto, documento all’interno di formati proprietari intoccabili da altri sistemi!

Altra cazzata: Vista non impedisce di vedere alcunchè. Io scambio allegramente file e quant’altro, filmati, foto, qualsiasi cosa, con amici che hanno linux e xp…

Cit: “Windows Vista include un insieme di “caratteristiche” indesiderate. Tali caratteristiche rendono i computer meno affidabili e meno sicuri. Rendono i computer meno stabili e più lenti. Creano problemi per il supporto tecnico. Possono perfino richiedere un aggiornamento di alcune periferiche e del software già presente. E non fanno niente di utile. Infatti operano contro l’utente. Sono le funzionalità di digital rights management (DRM) cablate dentro Vista che operano secondo le direttive dell’industria dei contenuti digitali – e non possono essere rifiutate.”

Bruce Schneier

Caro Bruce… Non dire cazzate. Computer meno affidabili e meno sicuri: vista ha un’architettura tale da minimizzare fortemente l’impatto dei virus che agiscono su XP. Meno stabili e più lenti: mai avuto un BSOD con Vista, e quanto alla velocità… Le prestazioni sono paragonabili. E l’usabilità non è gratis. A volte per rendere un sistema efficiente bisogna far partire qualche servizio in più.

Capitolo 3: Prova su strada di Windows Vista (ovvero non sappiamo cosa invetarci e tiriamo giù cazzate.)

Ho installato Microsoft Windows Vispa Home Basic (la versione piu’ piccola e teoricamente anche piu’ leggera, che non ha nemmeno l’interfaccia grafica Aero) su di un computer cosi’ configurato:

  • CPU: iNTEL Core 2 Duo 6400
  • RAM: 1 Giga DDR2 533
  • Motherboard: Asrock con chipset iNTEL
  • VGA: Palit GeForce FX 7900 PCIe
  • HD: Maxtor 80Gb SATA2
  • Masterizzatore: DVD LG 16x

I risultati che ho ottenuto sono i seguenti:

Divertente, Windows VisPa… Ottimo. Ricordiamo che la Home Basic è l’equivalente di XP Home edition.

A PC appena avviato il consumo di RAM si aggirava gia’ sui 560Mb e il sistema non era per niente veloce, questo per causa di una tecnologia chiamata superfetch di cui parlero’ sotto.

Ok, questa rimandiamola. A me gira a velocità normale, sul mio Athlon 1.3 GHz, 512 MB Ram, e GeForce Ti 128 MB… certo un filo più lento di XP, ma nulla di trascendentale.

L’installazione di un driver nVidia e’ durata quasi 1/4 d’ora.

Ah, è colpa di Vista, non della nVidia che fa driver da 100 mega. Anche su XP ci metteva così tanto.

La quasi totalita’ delle versioni di PowerDVD e di Nero in bulk con i masterizzatori CD/DVD in vendita attualmente non risultano compatibili con Vista, obbligando all’acquisto online delle versioni aggiornate.

L’obbligo non c’è. E molti software catalogati come non compatibili in realtà lo sono. Comunque sia ad oggi il problema non si pone. La maggior parte dei software vengono aggiornati gratuitamente per funzionare con Vista.

Cercando di riprodurre un DVD originale con Windows Media Player mi e’ stato chiesto l’acquisto della licenza d’uso di codec di terze parti di $ 14,99 o l’upgrade di Vista a una versione superiore. Qualche voce dalla parte di Microsoft asserisce che la versione “Home Basic” e’ cosi’, e se si vogliono tutti i codec e le funzionalita’ estese (cioe’ praticamente niente a parte Aero) bisogna comprare la versione ultimate, pagando un pochino in piu’, ossia 600,00€ contro i 150,00€ di “Home Basic”. Sotto troverete gli screenshot che dimostrano che cio’ e’ verissimo (1).

Allora, primo: i codec, in Vista Basic come in XP Home non sono forniti di default, in particolare quelli che servono. Secondo, onestamente potrebbe benissimo essere un dvd taroccato ad insaputa dell’usufruitore. Giusto per curiosità, l’autore di questo articolo, tutto intento a infamare Vista, non ha nemmeno pensato di provare su un Winamp o su un Media Player Classic, per vedere se dipendesse dal software o più probabilmente dal dvd.

UPDATE: ricordiamo al gentile pubblico che tutte le versioni di Vista dalla Home Premium in più forniscono i codec di default. Tutti quelli che servono. E che Vista Home Premium costa una 50ina di dollari in più di Vista Home Basic. /UPDATE

Usando un po’ il computer, avviando alcune sessioni di IE7, girando per il pannello di controllo e in rete locale, il sistema esaurisce ben presto la RAM collassando la macchina in uno swappare continuo, rendendo il tutto lentissimo e quasi inutilizzabile.

Onestamente, la mia macchina, la configurazione è sopra, fa tutte queste allegre cosette, e volendo anche qualcuna in più accusando un po’ di rallentamento, ma nulla di inutilizzabile.

AVG InternetSecurity funziona ma il Firewall viene disattivato, pare che anche la maggioranza dei firewall di altre case software non siano ancora compatibili.

Questa non la commento, perchè la pagina evidentemente non viene aggiornata (a dimostrazione che sono cazzate e non informazione: se vuoi informare il pubblico, la pagina la tieni aggiornata), in quanto attualmente i software sono stati quasi tutti aggiornati.

VLC MediaPlayer si installa, ma al tentativo di fare play su un DVD si ottiene solo uno schermo nero.

A me funziona.

UPDATE: ma potrebbe dipendere dal fatto che su Vista Basic di base mancano i codec. /UPDATE

eMule con le ultime patch si installa, anche se Vista ci mostra qualche avviso, e non vi e’ garanzia che la sua attivita’ sia poi monitorata. Lo stesso avviso appare con molti software liberi in circolazione, sopratutto se opensource. (Quando avverra’ il giro di vite che impedira’ l’esecuzione dei programmi che non stanno simpatici alle majors ancora non ci e’ dato saperlo).

Non diciamo cazzate. Emule si installa, funziona alla perfezione, e altrettanto lo fanno quella decina o più di software gratis e/o opensource che ho installato.

Ulteriori prove su un notebook Acer: appena sballato, sempre con “Vista Home Basic” le prestazioni non sono state migliori. L’harddisk del computer e’ perennemente acceso sia con 512mb di Ram (di fabbrica) sia con 2 giga (aggiunti per provare). Tutto risulta sempre piuttosto lento, come la disinstallazione di Norton Internet Security durata 48 minuti.
Quindi Vista e’ estremamente piu’ pesante del suo predecessore, senza oltretutto fornire prestazioni o servizi aggiuntivi o di interesse pratico degni di nota, questo solo per costringere le persone a cambiare prematuramente il proprio computer… Tom’s HardwareGuide: Vista è molto più lento e meno performante di Windows XP

Le prestazioni di Vista sono paragonabili. Quanto all’occupazione della RAM con superfetch: superfetch è una applicazione che si limita a raccogliere statistiche sull’uso dei programmi e a precaricare in memoria approssimativamente nel momento in cui serve, un certo software. Ad esempio, aprendo che so, un photoshop tutti i giorni alle 17, superfetch precaricherà in memoria i dati, rendendo molto più veloce l’avivo di una applicaizone. In generale è vero che swappa, ma lo fa solo inizialmente. Inoltre la RAM se viene richiaesta da altre applicazioni viene liberata. Quanto alla velocità ed al sistema da aggiornare prematuramente, mi sono già espresso.

Capitolo 4: Superfetch: La cache disco che rallenta il PC (ovvero non abbiamo la minima idea di come funzioni per cui spacciamo per vere teorie inventate su due piedi dopo un mescalina party.)

Cos’e’ Superfetch ? Perche’ crea tanti problemi ?

Superfetch e’ un’evoluzione del concetto di cache disco. Una politica di caching più o meno condivisibile, implementata malamente.
Superfetch non si limita a mettere in cache cio’ che viene usato, nel momento in cui per la prima volta viene usato. Nella prima settimana di uso Vista analizza l’intero Harddisk (rendendo la macchina pressoche’ inutilizzabile per tutta la durata del processo) facendo delle statistiche sulle applicazioni che utilizziamo piu’ spesso.

Cazzata. Durante la prima settimana di utilizzo, Vista mi andava che era una meraviglia. Mai avuto problemi con superfetch. Vista si fa usare e pure bene.

In seguito cerca in tutti i modi di mantenere queste applicazioni sempre pronte in RAM con lo scopo di velocizzare il funzionamento del PC. Il problema e’ che superfetch salva queste statistiche e all’avvio successivo del sistema tornera’ a mettere in cache quelle che “secondo lui” sono le applicazione che andremo ad usare, anche se poi non sara’ cosi’.

Non avendo la sfera di cristallo o la macchina del tempo, superfetch si basa su ciò che è successo, per indovinare ciò che succederà con più alta probabilità. E questo non è assolutamente un male: è solo il normale funzionamento di un qualsiasi algoritmo di predizione.

UPDATE: ad esempio, il famoso algoritmo LRU (e non solo) per il mantenimento dei dati in cahe. /UPDATE

Se noi per 5 giorni usassimo “Photoshop” ma il sesto giorno volessimo lavorare con “Office” Superfetch continuerebbe a tenere in cache “Photoshop” a discapito delle prestazioni di “Office” solo perche’ nei giorni precedenti abbiamo usato molto “Photoshop”.

Non è vero. Se avvii Office, superfetch si limita a scaricare dalla RAM Photoshop, se serve, e fa caricare Office.

Altro problema è la priorità attribuita da Superfetch alle applicazioni presenti sul pc. Se decide che il progamma X deve stare in cache (anche se in questo momento non lo stiamo usando) fara’ swappare le altre applicazioni per mancanza di RAM, costringendo il sistema a massicci accessi al disco e rallentando tutto il sistema di conseguenza.

Che grande cazzata. Da utente di Vista posso assicurare che non succede. Se serve RAM, la RAM viene liberata, punto. Se è possibile tenere anche le applicazioni precaricate senza far swappare i programmi in uso ce li tiene, altrimenti li scarica dalla RAM e saluti.

Qualcuno dalla parte di microsoft, con benchmark vari vuole dimostrare che superfetch velocizzi il sistema mostrando paragoni con i precedenti sistemi Windows che non lo implementavano. I sistemi Windows precedenti facevano un uso molto limitato di cache disco, inoltre viene preso in esame un sistema Vista che ha gia’ passato la settimana di swappamento senza sosta e ancora si presuppone che l’utente alla fin fine usi sempre le stesse applicazioni. Dallo stesso articolo a favore di Superfetch poi si nota il maggiore uso di CPU del sistema con Vista. Per finire le prestazioni di Vista non vengono paragonate con quelle di altri sistemi come Linux o Mac OS, che posso garantire sono nettamente superiori. Purtroppo (tono ironico) questi sistemi caricano le applicazioni dal disco solo quando serve…

Ok, mare di cazzate in arrivo: una settimana di swap su 5 o 6 anni di utilizzo del sistema mi pare un tempo irrisorio. Secondo uno che col pc ci lavora e non ci cazzeggia, tende ad usare sempre le stesse applicazioni. Quanto alle prestazioni superiori… portami i dati. Anche qui citazioni senza portare uno straccio di prova. Questa si che è l’arte del FUD. Ah, a proposito: anche Vista carica le applicazioni quando servono. Si limita in più a precaricare quelle che più probabilmente verranno avviate in quel periodo di tempo.

Capitolo 5: Vista e’ troppo voluminoso (ovvero appigliamoci a tutto)

Un sistema Linux completo di ambiente grafico, tutte le applicazione compreso OpenOffice occupa su disco circa 2Gb di installato. Un sistema Windows XP nudo appena installato senza nessuna applicazione occupa circa 1,2Gb di installato. Vista appena installato senza nessuna applicazione aggiunta occupa circa 6,5Gb di installato, non offre nessuna funzionalita’ aggiunta rispetto a XP a parte un anti-malware, un sistema di ricerca dei file, e una skin grafica piu’ attraente. Cos’e’ tutta quella montagna di codice di troppo ?

Allora, primo: Ubuntu richiede 4 Giga di HD per essere installato, letto oggi sulla custodia del cd di installazione. Seconda cosa, il fatto che tu non veda i servizi che girano, non vuol dire che non siano presenti. Terzo: gli HD costano poco, lo spazio c’è e se viene usato è tutto di guadagnato.

Capitolo 6: La grafica di Vista non ha nulla di eccezionale (ovvero la disinformazione dilaga.)

Vista non ha nulla di innovativo, compresa la sua grafica e la nuova interfaccia utente che e’ praticamente stata copiata da Mac OSX, il video mostra le interfacce dei 2 sistemi e mette in evidenza che Microsoft ha copiato spudoratamente quello che esisteva gia’ da anni su MAC, con la differenze che l’hardware per fare le stesse cose (e farle molto meglio) su di un MAC e’ nettamente piu’ modesto… Windows Vista ha copiato la grafica di Mac OSX

Ah, la famosa macchina del tempo di Microsoft.

Quanto all’hardware di un MaC… qualcuno mi spiega perchè un hardware molto più modesto costa il doppio di un pc? Sarà forse perchè non è poi così modesto?

Capitolo 7: Vista non e’ sicuro (ovvero le fiabe della buona notte)

Allo stato attuale piu’ del 60% dei virus/adware/spyware che infettano XP e predecessori riesce a infettare anche Vista, e stanno uscendo nuovi virus fatti espressamente per Vista.

Falso. L’unica cosa in grado di infettare Vista in maniera devastante è il problema dei cursori animati, che ha fatto pochissimi danni e che è stato corretto a tempo di record. I virus per XP è vero che entrano lo stesso in Vista… la differenza è che non fanno nulla. E lo so per esperienza personale. Quando dopo due mesi, o forse eran 3, ho installato AVG, mi ha trovato un 4 o 5 virus, che però non avevano avuto la possibilità di agire.

Capitolo 8: Vista non e’ innovativo (ovvero 157 k di Wikipedia sprecati.)

Non porta assolutamente nulla di nuovo nel mondo dell’informatica o sui PC di casa rispetto al predecessore XP.

Tant’è che wikipedia gli dedica solo 14 pagine

Arrivato qui in fondo mi accorgo che ho ancora mezzo documento di idiozie da smontare. Come dire…. Alla prossima…

Pubblicato il luglio 19, 2007 su DRM, Informatica, Software, Windows. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 10 commenti.

  1. Beh, sicuramente quelli di Wikipedia sostengono la Microsoft quindi non sono affidabili…
    Mi aspetterei davvero una risposta così, purtroppo.

  2. “Bene. Da utente di Vista Ultimate, posso assicurare che sono un mare di cazzate. Io con Vista ci facico (faccio, Ndr) esattamente le stesse cose che facevo con XP, con gli stessi identici limiti.”

    Ehm… in 5 anni di lavoro questo è il risultato?

    Lol

  3. @Shance: il mio commento era riferito alle limitazioni… vedrò di chiarirlo, ma il concetto è che le millantate maggiori limitazioni di Vista non ci sono… io ci trovo gli stessi limiti che trovavo con XP… A fronte di una sicurezza maggiore rispetto a XP e di un modello di utente molto simile a quello di ubuntu, con l’utente amministratore non amministratore…🙂

  4. guardate.. io sinceramente mi sono semi-scompisciato di risate leggendo quanto sopra :))
    sono un utente “vergine” di Vista ma lavoro sui pc da oltre 20 anni e da quel poco che ho visto, Vista, ovviamente, segue la falsariga di XP (che ricordiamo, ha raggiunto il top con la SP2.. non prima) ma é costruito bene, molto bello da vedere e con molta probabilità, i produttori di software che non si sono attrezzati per fornire driver e supporto a Vista gratuitamente, lo faranno nel più breve tempo possibile o avranno tutto da perdere. (ho visitato un mediaworld oggi e NON ho trovato un pc che non avesse Vista installato..)
    inoltre, ho installato quasi tutti i software che usavo con xp senza alcun problema..
    certo é, che chi i programmi se li scarica pirata non può (o almeno non dovrebbe) pretendere chissacchè dalle aziende produttrici..

  5. Grazie, Andrea, mi fa piacere che ti sia divertito. Solo un appunto: Vista, più che seguire la falsariga di XP (il quale sono pienamente d’accordo che abbia raggiunto un ottimo livello solo con l’sp2), si sforza di mantenere la più alta compatibilità possibile con i software progettati per XP. Non è uno sforzo da poco, essendo l’architettura di Vista completamente ridisegnata… O forse ho capito male ciò che hai detto?

  6. Mi sembra di vedere uno che fa di tutto per difedere Vista contro uno che fa di tutto per attaccarlo!
    La verità come sempre sta in mezzo, Vista effettivamente è abbastanza più lento di XP, ma non parlo solo di tempo di avvio delle applicazioni, Prova ad esempio a sfogliare le cartelle… e le icone sul desktop che quando avvii le applicazioni o fai operazioni pesantine spariscono e vengono rimpiazzate per qualche secondo da un foglio bianco? Assurdo, e impensabile su XP!
    Comunque ho visto Vista e XP girare sullo stesso Core2duo con 2 giga di ram… XP vola a confronto!!!
    Se da importanti testate intenazionali Vista è stato giudicato il flop del 2007, non saranno tutti cretini e nemmeno tutti filomicrosoft!
    D’altra parte tra qualche anno i sistemi saranno più potenti e questi problemi non ci saranno… forse! E qualche piccola innovazione l’anno messa…

  7. “Mi sembra di vedere uno che fa di tutto per difedere Vista contro uno che fa di tutto per attaccarlo!”

    A provocazione ho risposto con provocazione.

    “La verità come sempre sta in mezzo, Vista effettivamente è abbastanza più lento di XP, ma non parlo solo di tempo di avvio delle applicazioni, Prova ad esempio a sfogliare le cartelle…”

    Provato, e onestamente non mi pare che ci sia differenza. Probabilmente XP ha qualche vantaggio, ma basta disabilitare l’indexing search.

    “e le icone sul desktop che quando avvii le applicazioni o fai operazioni pesantine spariscono e vengono rimpiazzate per qualche secondo da un foglio bianco? Assurdo, e impensabile su XP!”

    Veramente a me lo faceva anche su XP, quando il processore prendeva parecchi cicli… E anche col SP2.

    “Se da importanti testate intenazionali Vista è stato giudicato il flop del 2007, non saranno tutti cretini e nemmeno tutti filomicrosoft!”

    Beh, dopo un anno, anche XP era stato definito un flop da importanti testate internazionali. Come la mettiamo? E se Vista è un flop, Microsoft Bob, cosa è?

    “D’altra parte tra qualche anno i sistemi saranno più potenti e questi problemi non ci saranno… forse!”
    Veramente i problemi di cui parli tu, li ho ravvisati ai tempi anche su XP.

    “E qualche piccola innovazione l’anno messa…”
    Piccola? Wikipedia ci mette 14 pagine. Alla faccia.

  8. Vorrei semplicemente sottolineare che un sistema linux base con open office non ha un valore standard, ma generalmente lo si può installare su 500 mb o 24 gb dipende da quanto software ci metti dentro… non diciamo cazzate almeno qui… in linux 2GB c’è molto più software che in windows vista e per molto intendo molto…
    per il resto tutto daccordo,

    dal canto mio posso solo dirvi: un pc con linux fa solo quello che gli dico io..

  9. Usavo XP, ho comprato un nuovo PC con Vista e ha smesso di usare Vista; fine premessa.
    Che Vista sia riscritto da zero ho dei seri dubbi: moltissime finestre di dialogo sono identiche a XP/2000. Forse tutto il tempo che ci hanno messo a rilasciarlo è stato per rifargli (non completamente, non hanno fatto in tempo) il MAKE UP con Aero o riempirlo delle protezioni DRM.
    Che Vista non sia stato predisposto per le restrizioni DRM non ne sarei così sicuro: qualcuno (escluso Microsoft) possiede tutto il codice sorgente per poterlo sostenere.
    Per paragonare la velocità di XP a quella di Vista con 512 MB di RAM cosa usavi con XP un PIII e 128 MB? (e sono stato abbondante).
    Qualcuno sa spiegarmi come mai Office 2000 non va su Vista, sbaglio o sono entrambi di casa MS? E non ditemi che le tecnologie sono cambiate, o sarà perché così si vendono la nuova versione di Office 2007.
    Sicurezza? di cosa stai parlando: della rottura di coglioni ogni volta che installi software non MS certificato?
    Vista è indecente. Sostenere che un buon S.O. è oggettivamente insostenibile: usabilità peggiore di XP, insaziabile di risorse HW, accesso alle impostazioni di sistema o assenti o talmente nascoste e poco immediate da bestemmiare ogni volta che devi metterci le mani.
    E potrei continuare, ma non ne vale la pena.
    Personalmente dopo averlo usato per un po mi sono letteralmente sentito preso per il c..o da Microsoft e mi sono vergognato, da professionista informatico, anche solo pensare di proporlo come SO ai miei clienti.
    Purtroppo (per voi affezionati Vista) credo invece che le ca…te scritte su:
    Geekplace.org (EDIT by Blackstorm: ho già linkato l’articolo, non vedo perchè darne un altro, di link)
    non siano poi così ca…te. Comunque contenti voi contenti tutti.

  10. @PiloPilo:

    “Che Vista sia riscritto da zero ho dei seri dubbi: moltissime finestre di dialogo sono identiche a XP/2000.”
    E quindi? Il lato grafico è il più banale da implemantare e non serve certo chissà quale rivoluzione. Che poi dia gli stessi messaggi è un altro conto. Se invece ti riferisci alle finestre di, ad esempio, un install shield, beh… che vuoi che ti dica, io ad oggi ho visto applicaizoni su vista che facevano finestre come su 98.

    “Forse tutto il tempo che ci hanno messo a rilasciarlo è stato per rifargli (non completamente, non hanno fatto in tempo) il MAKE UP con Aero o riempirlo delle protezioni DRM.”
    Al di là delle illazioni, sarebbe bene che tu portassi prove di quanto stai affermando.

    “Che Vista non sia stato predisposto per le restrizioni DRM non ne sarei così sicuro: qualcuno (escluso Microsoft) possiede tutto il codice sorgente per poterlo sostenere.”
    Microsoft non è la sola ad avere accesso ai sorgenti di Windows. Inoltre dove sostengo che Vista non abbia feature per gestire un TPM?

    “Per paragonare la velocità di XP a quella di Vista con 512 MB di RAM cosa usavi con XP un PIII e 128 MB? (e sono stato abbondante).”
    Eh, ma leggere no, eh? Stessa identica configurazione: athlon 1.3 GHz, 512 MB ram, e 128 video. E ho detto che ho riscontrato un rallentamento, ma nulla di trascendentale come si vorrebbe far credere. Libero di non crederci, io porto la mia esperienza, toccato con mano.

    “Qualcuno sa spiegarmi come mai Office 2000 non va su Vista, sbaglio o sono entrambi di casa MS?”
    Non ne ho la più pallida idea, non avendolo. Potrei azzardare che non hai usato la modalità compatibilità… o forse che non fosse del tutto originale.

    “Sicurezza? di cosa stai parlando: della rottura di coglioni ogni volta che installi software non MS certificato?”
    E’ evidente che non sai di cosa stai parlando, non sai a cosa serve UAC, ed evidentemente non riesci a capire perchè per un OS come Windows, questo metodo risulta più efficace dei token su *nix. Inoltre, perchè la rottura di cui sopra diventa improvvisamente una feature di sicurezza se si sta parlando di un sistema linux?

    “Vista è indecente. Sostenere che un buon S.O. è oggettivamente insostenibile”
    De gustibus. Per me è indifendibile uno come Guttman.

    “usabilità peggiore di XP, insaziabile di risorse HW, accesso alle impostazioni di sistema o assenti o talmente nascoste e poco immediate da bestemmiare ogni volta che devi metterci le mani.”
    A livello di usabilità non ho riscontrato pegigoramenti, anzi, alcune migliorie sono degne di nota. Sulle risorse HW mi sono già espresso. Poi ovvio che se tu sui portatili ci tieni la merda che chi te li vende installa in versione trial e mazzi vari, grazie che diventa pesante prima ancora di essere avviato. Riguardo alle impostaizoni di sistema a quale voce ti riferisci, con precisione?

    “Personalmente dopo averlo usato per un po mi sono letteralmente sentito preso per il c..o da Microsoft e mi sono vergognato, da professionista informatico, anche solo pensare di proporlo come SO ai miei clienti.”

    E tu chi sei per decidere cosa vuole il cliente? Visto che denigri tanto la MS, non dovresti usare le sue stesse tecniche: invece di imporre le scelte o fare una recensione parziale, gli potresti consigliare di provarlo per vedere se si trovano bene. Perchè vuoi scegliere tu per loro?

    “Purtroppo (per voi affezionati Vista) credo invece che le ca…te scritte su Geekplace.org non siano poi così ca…te.”

    Non ti dispiace, vero, se rimuovo un link che ho già linkato nel mio articolo? Potrebbero non essere cazzate, io ho tentato la verifica, e praticamente nulla di ciò che c’è scritto è verificato dalla mia esperienza. Quindi, secondo te, cosa devo concludere?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: