Archivio mensile:settembre 2007

A volte chiudono…

Un breve post, questa volta. Poche righe per Paperino, che per motivi suoi chiude il blog. No, il link nel mio blogroll non lo levo. Ho la sensazione che prima o poi riaprirà. Che dire… io aspetto fiducioso, perchè a me sinceramente, piace come scrive, piace come persona, e soprattutto lo stimo. Che altro dire? Vorrei solo aggiungere la prima strofa e il ritornello di una canzone popolare spagnola, la Sevillanas del adios, con la certezza che questo è un arrivederci, e non un addio…

Algo se muere en el alma, cuando un amigo se va
cuando un amigo se va, algo se muere en el alma
cuando un amigo se va, algo se muere en el alma
cuando un amigo se va.
Cuando un amigo se va
y va dejando una huella que no se puede borrar
y va dejando una huella que no se puede borrar.
No te vayas todavía no te vayas por favor
no te vayas todavía
que hasta la guitarra mía llora cuando dice adios.
(Qualcosa muore nell’anima quando un amico se ne va… Quando un amico se ne va, lascia
un’impronta che non si può cancellare… Non te ne andare ancora, non te ne andare per
favore, che persino la mia chitarra piange quando dice addio)

E, Paperino, guarda che comunque sia, non ti lascio mica andare così 😉

Una vita da frustrato…

…a recuperar prodotti… 😀

Non me ne voglia il Liga per aver storpiato una delle più belle canzoni di sempre, ma ci voleva proprio: credo che gli Apple fanboy si sentono un po’ così dopo le ultime dichiarazioni di Steve Jobs.

Tradotte dal PR-ese (il linguaggio delle public relations) all’italiano:

Simpatico Steve Jobs

UPDATE: Dunque, a scanso di equivoci, visto che il link pare andato, oltre a modificare lo stesso in maniera appropriata, riporto direttamente la traduzione 😉

Traduzione da PR-lingua a italiano

I have received hundreds of emails from iPhone customers who are upset
about Apple dropping the price of iPhone by $200 two months after it went
on sale.

tutti gli early adopter sono stati bastonati da noi, e mi odiano

After reading every one of these emails, I have some
observations and conclusions.

dopo aver lucrato circa 100M$ su quei coglioncelli, ho pensato di rifarlo

First, I am sure that we are making the correct decision to lower the
price of the 8GB iPhone from $599 to $399, and that now is the right time
to do it.

gli eraly adopter sono scemi, ma per convincere gli altri dobbiamo
abbassare il prezzo

iPhone is a breakthrough product, and we have the chance to ‘go
for it’ this holiday season.

un albero di natalae = un iphone

iPhone is so far ahead of the competition,
and now it will be affordable by even more customers.

Ein person Ein wallet Ein iPhone

It benefits both
Apple and every iPhone user to get as many new customers as possible in
the iPhone ‘tent’.

il cliente apple è un fanboy, quindi se noi facciamo più soldi lui è felice

We strongly believe the $399 price will help us do
just that this holiday season.

a natale la gente se spende
400 per un iphone può ancora peremttersi il tacchino

Second, being in
technology for 30+ years I can attest to the fact that the technology road
is bumpy.

Ai miei tempi si camminava a piedi scalzi nella neve voi che ne sapete..

There is always change and improvement, and there is always
someone who bought a product before a particular cutoff date and misses
the new price or the new operating system or the new whatever. This is
life in the technology lane.

Qualcuno deve rimanere fregato, sempre.

If you always wait for the next price cut or
to buy the new improved model, you’ll never buy any technology product
because there is always something better and less expensive on the
horizon.

Se non mi date i vostri soldi non posso fare contenti gli azionisti

The good news is that if you buy products from companies that
support them well, like Apple tries to do, you will receive years of
useful and satisfying service from them even as newer models are
introduced.

in cambio di un prezzo sproporzionato avete l’onore di possedere un
prodotto apple prima degli altri, e siccome gli iProduct si misurano in
figosità, il tasso di figosità per un early adopter è maggiore e quindi il
prezzo è giusto.

Third, even though we are making the right decision to lower the price of
iPhone, and even though the technology road is bumpy, we need to do a
better job taking care of our early iPhone customers as we aggressively go
after new ones with a lower price.

Se ci freghiamo gli early adopter falliamo miseramente in tre anni

Our early customers trusted us, and we
must live up to that trust with our actions in moments like these.

Vi abbiamo strafregato, ma tranquilli, non mettetevi il ghiaccio sul
sedere ora, perché vi bastoneremo un altro po’

Therefore, we have decided to offer every iPhone customer who purchased an
iPhone from either Apple or AT&T, and who is not receiving a rebate or any
other consideration, a $100 store credit towards the purchase of any
product at an Apple Retail Store or the Apple Online Store.

Vi daremo cento dollari, con i quali non potete comprare _nulla_ in un
apple store, ma che vi saranno utili per comprare qualcosa di più costoso.
Per chi non frequenta gli apple store sarà l’occasione per iniziare.
Siccome avete un iPhone non comprerete un ipod, ma aspetattevi un bel
prodotto nuovo prima di natale.

Details are
still being worked out and will be posted on Apple’s website next week.
Stay tuned.

questa settimana c’è il party nella piscina dei vostri spiccioli

We want to do the right thing for our valued iPhone customers. We
apologize for disappointing some of you, and we are doing our best to live
up to your high expectations of Apple.

il mio campo di distorsione della realtà è sempre in forma. La forza è
potente nel sottoscritto.

Al solito, ringrazio Paperino per il data retrieving sempre affidabile, e come sempre, anche se siete Apple maniaci, sorridete…

‘Njoy!

– Miauz!

————————————–

UPDATE: dato che a quanto pare non era chiaro, come potete notare dal primissimo commento fatto a questo post, ho semplicemente linkato una pagina simpatica, che strappa un sorriso, senza alcun intento polemico. Uno dei tanti joke che si trovano in rete. Per chi se la prendesse e cercasse di spiegarmi quanto in realta sono belli e fighi i prodotti Apple, prego, ma ricordatevi che in un post palesemente scritto per farsi due risate, certe difese a spada tratta non fanno che deporre a favore del titolo del post 😉

Star Blogs Episode IV: A New Code

Ebbene si. Apprendo, via Casperize, dell’esistenza di un fantomatico codice di condotta dei blogger (versione originale qui). Pieno di consigli utili, per carità. Peccato che mi ricordi fin troppo da vicino la netiquette: un insieme di regole dettate da gente che pensa che vada messo per iscritto ciò che il buonsenso suggerisce sempre. La netiquette, testualmente dice che le norme esposte devono essere seguite da tutti. Ora, tanto piacere, ma no. Molte delle regole esposte sono derivate dal buonsenso, e personalmente le seguivo molto prima di venire a conoscenza dell’esistenza di queste “regole”. C’è da dire che di base la netiquette era anche buona, ma poi sono spuntate fuori cose assurde tipo la firma che non deve superare le 4 righe… Balle. Specialmente nel 2007 alcune restrizioni sono assurde, e non adatte alla rete così com’è.

Cosa dire di questo codice di condotta dei blogger? Lo stesso: è un codice che fondamentalmente prende spunto dal buonsenso, da quello che generazioni di blogger hanno fatto, prima che il solito personagigo affetto da manie di regolamentazione decidesse di mettere per iscritto tutto ciò. I blogger hanno da tempo capito che “don’t feed the trolls” aumenta il valore del loro blog. Chiunque con un poco di cervello si rende conto che ingenerare o lasciar fiorire flame e permettere l’anarchia sul proprio blog porta la gente a non leggerlo più. Ripeto, tutti buoni consigli, ma io non metterò mai la stellina “Civility Enforced” sul mio blog per far vedere al mondo che sono una persona ragionevole e di buon senso. Lo so da me. E soprattutto non mi chiamo Bravestar. Non sono lo sceriffo del web. Il blog è un pezzo di casa mia, quindi ho il diritto di chiedere un certo tipo di comportamento, ma stop. Il buonsenso lo so usare anche senza che nessuno pseudosceriffo con la stellina di pixel mi venga a dire cosa posso o non posso fare sul mio blog.