Archivio mensile:ottobre 2007

Stormi d’uccelli neri / nel vespero migrar…

Sto seriamente pensando di cambiare piattaforma di blogging. Non scherzo. Dopo gli spaces di MSN, che trovo più adatti ai ragazzini, dopo la piacevolezza di blogger, più che altro per i fantastici temi di panna smontata (che purtroppo ora ha chiuso), ed aver apprezzato la solidità di wordpress come piattaforma, inizio a sentire il bisogno di un blog a mia immagine e somiglianza. Sono tentato di seguire l’esempio di DeviantDark, anche se ci sarebbe l’opzione di percorrere la strada che invece ha seguito ViK. Il fatto è che vorrei una piattaforma fatta come dico io, ma allo stesso tempo le mie scarse competenze in materia di CSS, mi portano a valutare un attimo quello che posso fare. Purtroppo il tempo è sempre tiranno, ed in questi giorni specialmente, non riesco nemmeno a trovare 10 minuti per un post sul mio blog. In tutto ciò sono mediamente soddisfatto del tema che ho attualmente, anche se mi mancano plugin di WP che mi piacerebbe mettere. La piattaforma indipendente sarebbe l’ottimo, ma devo anche trovare il tempo per studiarmi come funzionano i CSS e come si modificano. Qualsiasi suggerimento, come al solito, è molto bene accetto, e anche se sono in 4 gatti (e un papero :)) a leggere il mio blog (a proposito, ViK, complimenti, il tuo blog è ottimo… anche se il tema che hai scelto non mi ispira molto), ho sempre pensato al blog come ad un mettere in rete ciò che sono. Che qualcuno lo legga o meno non fa differenza: questo blog sono io, oassi anche da qui. Naturalmente ci ho provato a tenere più di un blog, vedo che non ci riesco. Alla fine penso che farò un merge. Ci sono commenti e post che non voglio perdere, e che sono parcheggiati sull’altro blog, che mi spiace abbandonare, perchè il tema è molto bello, ma quando ho un limite così evidente lo so riconoscere…

A proposito di questo, nessuno sa come impostare, su WP.com, una data ben determinata per un post, in modo da metterlo più o meno nella posizione desiderata?

Annunci

Ere glaciali e scrivanie sicure.

Prendo spunto da un paio di post del sempre mitico Paperino: il primo riguarda la funzione hybernate: dunque, io ho provato ad usare quel simpatico tastino che manda il pc in uno stato ibrido ieri sera per la prima volta (giuro :)). Bene, il risultato è che in 5 o 6 secondi si è messo nello stato apposito. Sono veramente impressionato: la mia macchina non è esattamente una low-end, eppure ha fatto tutto molto in fretta. Seguirà updat eper raccontarvi come è andato il “riaccendimento”.

Il secondo post riguarda il famoso/famigerato UAC: disattivarlo? Disattivare il secure desktop? Io sono d’accordo con Paperino: a regime, UAC non si presenta così spesso. Il secure desktop è una barriera che sinceramente non mi sento di disabilitare, e se gli utenti imparano a non disabilitare UAC, finalmente si avranno software che non richiedono inutilmente i privilegi di amministratore. Per questi motivi, io ho lasciato l’UAC come da impostazioni. Pazienza se qualche applicativo mi freeza il pc per qualche secondo: preferisco questo che aumentare le possibilità che un malintenzionato acceda alla mia macchina.

Star Blog Episode VI: the return of the duck

Welcome back, Seattle  duck! 😀