Archivio mensile:agosto 2008

L’Olimpo Piatto.

Notizia ANSA:

(ANSA) – LONDRA, 31 AGO – Nessun tour mondiale per la fiamma olimpica in occasione delle Olimpiadi 2012 di Londra a differenza di quanto ha fatto la Cina. La Gran Bretagna si fara’ viaggiare il simbolo dei giochi solo nei patri confini, come ha segnalato Tessa Jowell, ministro per le Olimpiadi di Londra.

Ora, andiamo a vedere un attimo cosa rappresenta la bandiera olimpica, giusto per aver chiaro cosa rappresentano anche le olimpiadi:

Probabilmente il simbolo più noto sono i cinque cerchi della bandiera olimpica, che viene issata ad ogni edizione dei Giochi a partire dal 1920. Essa raffigura cinque anelli, di diverso colore, intrecciati in campo bianco. Gli anelli sono cinque come i continenti: Europa, Asia, Africa, America e Oceania. L’intreccio degli anelli rappresenta l’universalità dello spirito olimpico.

I colori scelti per i cinque cerchi sono (da sinistra a destra) blu, giallo, nero, verde e rosso. Insieme al bianco dello sfondo, questi colori erano presenti nelle bandiere di tutte le nazioni del mondo nel momento in cui furono scelti. La combinazione dei colori simboleggia quindi tutti i Paesi, mentre è da sfatare la credenza comune che il colore di ogni cerchio stia a rappresentare un determinato continente

Enfasi mia. Ora, le Olimpiadi sono o non sono una grande manifestazione sportiva che unisce tutto il mondo sotto l’egida dello sport? E allora, perchè diavolo non la fai girare per il mondo, quella torcia? Cos’è, la Gran Bretagna, solo perchè ospita (ospitare è un onore) una competizione che coinvolge tutto il mondo, si sente in diritto di non far uscire la torcia dai suoi confini? Alla faccia dello spirito olimpico. Credo che il barone de Coubertin si stia rivoltando nella tomba.

Perchè devono pur campare…

…sti emeriti stronzi. Sempre dalla Gazzetta:

“L’assemblea generale straordinaria di Lega calcio ha respinto all’unanimità le offerte per i diritti radiofonici e televisivi del calcio, che sono quindi rimasti invenduti”. Le parole di Adriano Galliani decretano il nulla di fatto sulla vendita dei diritti tv in chiaro. I gol della prima giornata dei campionati di serie A e B saranno visibile quindi solo a pagamento. E’ questo l’esito dell’assemblea che era iniziata con un pessimismo generalizzato diffuso tra i presidenti delle società: “È impossibile – aveva spiegato Galliani prima della riunione- che un prodotto venduto a 75 milioni di euro in esclusiva a Mediaset più, alle altre emittenti possa essere valutato 20,5 milioni di euro non in esclusiva con uno sconto del 75%. “Credo – aveva concluso il dirigente rossonero – che non verranno venduti gli highlights di serie A”.

 

Cioè, intendiamoci, brutto deficiente: tu hai venduto per 75 milioni di euro i diritti di trasmissione delle partite complete, e ti lamenti perchè ti vengono offerti 20 milioni solo per gli highlights, che comunque vengono trasmessi almeno una mezz’ora dopo la fine delle partite?

 

Sai che?

 

Ma vaffanculo!

 

-Miauz!

Il calcio: uno sport che… unisce?

Apprendo un episodio tragico dalla Gazzetta:

 

All’arrivo di Massimo Moratti, presidente dell’Inter, dalla folla si sono levati alcuni fischi. […] La contestazione più dura è stata indirizzata ad Adriano Galliani, accolto da fischi, insulti e il lancio di qualche bottiglietta. Il dirigente del Milan è stato scortato in chiesa dalle forze dell’ordine.

 

Dico io, ma gli idioti, nel mondo, non hanno mai niente da fare? Voglio dire è il funerale di un uomo che ha contribuito a creare il calcio, che ha fatto parte della storia del calcio fino a ieri. Cosa stracazzo c’entrano i fischi a chi va al uso funerale? Solo perchè ppresidenti di squadre avversarie? Ma andate a seppellirvi. Vivi, possibilmente.

It just work?

Ma ne siamo proprio sicuri?

 

image

 

‘Njoy!