Breathe…

Respira… respira, perchè ogni respiro vale. La vita è fatta di attimi, di respiri, di istanti in cui succede qualcosa di inaspettato e inaspettabile. Ed è così che ogni volta quel sorriso ti leva il fiato, ti blocca le parole. Non sai perchè. E poi scopri che dietro c’è qualcosa che ti pompa aria nei polmoni, che ti fa respirare. Scopri che il sorriso è solo l’inizio, solo il principio di qualcosa di più. E scopri di saperlo. Se c’è da sbattere la testa contro il muro? Accidenti, certo che si! Da sfondarlo, quel muro. Perchè tu sai che non è tutto lì, non si esaurisce tutto in quel sorriso che a volte ti leva davvero la voce, lo sai che una volta passata quella scia di profumo resta il ricordo, lo sai. Sai che vedere quel sorriso per te o non vederlo può cambiarti la giornata, in qualsiasi momento arrivi… e sei lì… ormai sei lì… e c’è qualcosa di più, qualcosa di più grande di te, di quel sorriso, di quel profumo. C’è qualcosa di più grande del tuo essere meschino. E’ come il respiro del mondo, così grande da non riuscire a vederlo… Respira, respira il suono della vita, respira il sorriso, quel sorriso che ti ha cambiato la giornata ogni volta, respira quel profumo che indugia ancora nell’aria. Respira ogni volta che puoi, ogni volta che vuoi. Ogni istante. Respira fino a farti girare la testa, respira fino a che ci riesci… Respira un mondo intero, respira la tua immaginazione… Sei lì, sei dentro di te, dove il respiro si concentra e materializza quel profumo in una principessa. E lo segui, la segui, e vuoi avvicinarti e sei distante e vorresti osare e temi ad allungare la mano, e respiri la scia profumata che lascia e trattieni il fiato per paura di infrangere il sottile velo che ti riporta fuori. Vieni principessa, vieni al chiaro di luna, vieni sotto le stelle, vieni a vedere lo spettacolo dei cieli. Guarda là, dove ci sono i due segugi fedeli, a fare la quardia perchè nessuna nuvola si avvicini, guarda le tre stelle di Orione, la cintura che aspetta di essere indossata da te, guarda il cigno, che vola maestoso per portarti dove desideri, guarda Venere solitaria che attende un incontro. Guarda la luna, principessa. Guarda la luna quando sorride, guarda la luna quando si riempie, e si muove verso il cielo, lasciando un velo di luce per coprire i tuoi sogni. Guarda la mano che si allunga timid. Vieni, principessa, questa è la notte dei sogni. E’ la notte in cui il tuo respiro fa pulsare le stelle al tuo stesso ritmo, è la notte in cui mancano le due stelle più belle del cielo, perchè un angelo misericordioso le ha pregate di scendere fra noi mortali per poterle vedere, ed esse hanno scelto i tuoi occhi per andare in giro. E’ la notte in cui le due stelle più belle sono più vicine che mai… E’ la notte in cui i respiri si fondono, in cui un sogno può essere reale, in cui il respiro al centro di te esce fuori e per un attimo, forse… forse si può… Forse per un attimo puoi credere che sia vero. Per un singolo respiro, puoi pensare che succederà esattamente così. e poi svanisce. Ma tu sai che era così, hai respirato quel singolo istante, sai che esiste. Sai che devi prendere di nuovo quel respiro, condensarlo in te, e lasciarlo andare, trasformandolo in parole. Difficile? Difficile come acchiappare la luna con un lazo. Ma ci puoi riuscire. In fondo è solo un respiro. Un respiro che vale la vita, un respiro che forse, in qualche modo, hai paura di fare. Perchè è il respiro più grosso che tu debba mai prendere. E potrebbe scoppiarti il cuore, ocn un respiro così. Anche se non sai ancora niente. Proprio perchè non lo sai. E’ difficile respirare senza sapere cosa si respira, vero? Ci vuole tutto il coraggio del mondo. Ci vuole il coraggio di osare, anche se sai che potrebbe essere il respiro più faticoso della tua vita. Ma ne hai fatti altri così… ogni volta era dura. E ogni volta ci hai provato. E ogni volta il cuore, i polmoni, hanno gridato per il dolore dello sforzo. E le lacrime sono scese, una volta. Eppure sei ancora qui che vuoi di nuovo respirare, prendere una boccata di vita, inalare l’ossigeno puro che sai trovare in cima ad una montagna. Ed in cima ad una montagna vuoi trovarti, e da lì gridare al mondo che quel respiro, quel profumo, quella principessa, ti toglie via il fiato. Lo ruba, lo porta con sè, e tu sai che se riuscirai a prenderla, e a farti dare di nuovo quel respiro, sai che sarà ancora più dolce, ancora più buono. E allora cosa aspetti… prendi un bel respiro, e vai a recuperare quello che ti ha preso. Perchè anche se non te lo restituirà, anche se non la raggiungerai, avrai respirato il profumo della sua scia, e del suo sorriso, e di tutto quello che c’è dietro. E allora vai, vai e respira. Respira!

Pubblicato il novembre 18, 2008 su Parole In Libertà, Vita. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: