Archivi categoria: Calcio

Il Fantastico Mondo Di Paul

No, purtroppo non lui.

Parlo del polpo Paul, che suo malgrado ama le cozze e pare sia in grado di prevedere il risultato delle partite della Germania. La cosa scandalosa è che la gente tende a crederci. Ora, a mio assolutamente non modesto e supponente parere, siamo davanti a una divertente curiosità statistica, unita a quel pizzico di influenza che hanno questi episodi. Se io avessi una moneta con una faccia con la bandiera della germania e l’altra con la bandiera della squadra che deve affrontare e tirandola dovessi stabilire il vincitore, non farei niente di diverso da quello che fa questo polipo. Si tratta di pura casualità. e stasera verrà dimostrato, secondo me: la germania vincerà sulla spagna, mandando di nuovo Paul nel dimenticatoio. Oh, poi magari la spagna vince, e allora pazienza. Ma credere che un polpo sia in grado di prevedere un risultato di una partita di calcio, è assurdo come pensare che una farfalla possa prevedere l’esplosione di una supernova in una galassia sconosciuta.

La Domenica Sportiva, La Vita, L’Universo, E Tutto Quanto

Di tutto un po’ in questo fine settimana…

Partiamo da Rossi, che a mondiale vinto si batte come un leone e fa un recupero pauroso da vero fenomeno, arrivando secondo dopo essere partito dalla quarta fila.

Buon quarto posto per il sempre stupefacente Jorge Lorenzo, che dimostra, dopo un duello all’ultimo respiro, che se non si fosse disintegrato le caviglie avrebbe potuto essere il terzo incomodo del duello Rossi-Stoner.

Passando al calcio, non posso che notare che l’Inter ha fatto un partitone, andando a vincere. A tal proposito, non ci si può che inchinare di fronte alla magia di mago karate-kid Ibra… Praticamente un ura-mawashigeri al pallone. Un colpo di karate in grado di segnare un gol…

Come nota a margine, da segnalare una gran prova di Adriano.

Cambiando completamente argomento, Fra un mese ci sarà Lucca Comics. una delle più famose rassegne di giochi e fumetti. Mi sono ritrovato, a causa di una serie di vicissitudini, a dare la mia disponibilità per una cosa che stiamo organizzando. La mia capa mi ha chiesto di non dire ancora nulla, ergo quando avrò l’ok, dirò.

Sempre legato ai giochi di ruolo, ho avuto l’occasione di recensire, per la Wyrd Edizioni, Di fare una recensione della novella 4° Edizione di Dungeons&Dragons, non so ancora bene dove la publbicheranno, se online o meno, ma è una bella cosa che lo abbiano chiesto a me. Quando e se uscirà, comunicherò. Bom, domenica ricca mi ci ficco. Vi lascio con il pensierino della sera:

Se sei il cattivo, e stai tenendo il buono sotto tiro, disarmato e alla tua mercè, e lui si butta improvvisamente a terra dopo aver guardato dietro di te, non perdere tempo a girarti. Buttati a terra anche tu. Subito.

‘Njoy!

– Miauz!

Perchè devono pur campare…

…sti emeriti stronzi. Sempre dalla Gazzetta:

“L’assemblea generale straordinaria di Lega calcio ha respinto all’unanimità le offerte per i diritti radiofonici e televisivi del calcio, che sono quindi rimasti invenduti”. Le parole di Adriano Galliani decretano il nulla di fatto sulla vendita dei diritti tv in chiaro. I gol della prima giornata dei campionati di serie A e B saranno visibile quindi solo a pagamento. E’ questo l’esito dell’assemblea che era iniziata con un pessimismo generalizzato diffuso tra i presidenti delle società: “È impossibile – aveva spiegato Galliani prima della riunione- che un prodotto venduto a 75 milioni di euro in esclusiva a Mediaset più, alle altre emittenti possa essere valutato 20,5 milioni di euro non in esclusiva con uno sconto del 75%. “Credo – aveva concluso il dirigente rossonero – che non verranno venduti gli highlights di serie A”.

 

Cioè, intendiamoci, brutto deficiente: tu hai venduto per 75 milioni di euro i diritti di trasmissione delle partite complete, e ti lamenti perchè ti vengono offerti 20 milioni solo per gli highlights, che comunque vengono trasmessi almeno una mezz’ora dopo la fine delle partite?

 

Sai che?

 

Ma vaffanculo!

 

-Miauz!

Il calcio: uno sport che… unisce?

Apprendo un episodio tragico dalla Gazzetta:

 

All’arrivo di Massimo Moratti, presidente dell’Inter, dalla folla si sono levati alcuni fischi. […] La contestazione più dura è stata indirizzata ad Adriano Galliani, accolto da fischi, insulti e il lancio di qualche bottiglietta. Il dirigente del Milan è stato scortato in chiesa dalle forze dell’ordine.

 

Dico io, ma gli idioti, nel mondo, non hanno mai niente da fare? Voglio dire è il funerale di un uomo che ha contribuito a creare il calcio, che ha fatto parte della storia del calcio fino a ieri. Cosa stracazzo c’entrano i fischi a chi va al uso funerale? Solo perchè ppresidenti di squadre avversarie? Ma andate a seppellirvi. Vivi, possibilmente.

Gli avvocati delle cause perse.

Dalla Gazzetta:

“Nella tattica difensiva italiana Toni era l’unica vera punta. E mentre nel Bayern riceve spesso palloni calibrati al millimetro da Ribery e Klose, doveva correre senza precisione dietro le palle alte”

Con tutti i gol che si è mangiato, e sotto porta (altro che lanci imprecisi, la palla l’ha avuta sui piedi più di una volta) e levando addirittura un pallone che Grosso avrebbe spedito a velocità supersonica, difendere Toni è piuttosto inutile.

Unlucky

In inghilterra, quando un arbitro di calcio fa errori di valutazione, questo, a differenza di quello che succede in Italia (dove si montano casi su casi), viene etichettato semplicemente come “unlucky”, ossia una semplice sfortuna, e chiusa lì. Ecco, oggi, Mancini, all’indomani della sconfitta con il Napoli, dice:

Sul caso della gomitata rifilata da Contini a Balotelli Mancini è netto: “Si vedeva che era volontaria. E anche il rigore si vedeva benissimo che non c’era. Non è stata una buona prestazione di Rizzoli, ma abbiamo perso perché il Napoli ha fatto meglio”.

Come dire: unlucky.

L’arbitro ha arbitrato male, ma il Napoli ha vinto perchè lo meritava. Nessun “aiuto arbitrale”, nessuna insinuazione di partite comprate. Semplicemente sfortuna. Ecco, credo
che che sia la prima volta, da Moggiopoli, in cui un allenatore è semplicemente onesto (a differenza di certe dichiarazioni di un certo Totti, seguite da quelle di un certo Spalletti che siccome ha in squadra idioti come Mexes che si fanno espellere senza motivo, allora per giustificare una prestazione infame,  dice che l’Inter riceve aiuti arbitrali…. e ora, Say What, Pupone?). Grazie, Mancio.