Archivio mensile:novembre 2007

V Convegno Net&System Security

image

27 Novembre 2007, Palazzo dei Congressi di Pisa

@SystemGroup, progetto di collaborazione tra @System e BitFlow, organizza il 5° Convegno Net&System Security 2007, analisi e vulnerabilità dei sistemi informatici.
L’evento nasce con il preciso scopo di creare un momento d’incontro tra le aree che caratterizzano il mondo dell’Informatica (Ricerca, Università, Studenti, Mondo del Lavoro, Tecnici) in cui sia possibile specialmente il confronto sulla sicurezza informatica, approfondendo le tematiche attuali, ed esaminando le ultime tecnologie. Anche quest’anno abbiamo coinvolto importanti partners nella realizzazione dell’evento. Tema specifico di questo convegno sono le nuove frontiere dell’ “IT-Security”. I lavori occuperanno l’intera giornata durante la quale saranno approfonditi in modo particolare quegli aspetti che, nell’ultimo anno, si sono maggiormente imposti all’attenzione degli addetti ai lavori.
Aree tematiche:

  • NetworkSecurity

  • HoneyNet

  • Voip Security

  • Asterisk Security

  • Mobile Security

  • System Programming & OS Security

  • Virtualization

Anche quest’anno avrà luogo il Call For Paper aperto al mondo universitario, mondo della ricerca, aziende e specialisti del settore. Maggiori informazioni sono disponibili sulle pagine dedicate al concorso.

 

——————————————–

 

Dunque, il programma del convegno è disponibile nell’apposita pagina con il programma 😀

Forse è un po’ tardi per avvisare, ma avvisate lo stesso… 😉

Technorati tags: , , , , , , ,
, , , ,
, , , , , , , ,

 

Annunci

Chissà Se in Cielo Passano gli Who

Post assolutamente non tecnico. Il titolo di questo post è il mio personale saluto al ragazzo che è morto ieri, domenica, mentre stava andando a vedere una partita di calcio. La dinamica è nota, la notizia è stata ampiamente commentata, ci si è speculato sopra (i tg ed i programmi tv non mancano mai, da bravi squali di girare intorno alle prede della notizia sensazionale o sconvolgente). Quello su cui mi interessa invece soffermarmi (e non perchè non mi interessi la morte del ragazzo, ma perchè non credo ci sia nulla da aggiungere ad una morte insensata) è la violenza che si è generata in seguito alla notizia. Dagli stadi giungevano ieri notizie allarmanti: Roma sotto assedio, a Bergamo hanno introdotto un tombino nello stadio, a Milano le tifoserie hanno “lavorato insieme” producendo atti di vandalismo. Il calcio, lo sport che unisce. Balle. Pure e semplici balle. La verità è che questi “tifosi” sono, detta gentilmente, delle teste di cazzo. Io sono interista da sempre, e mi vergogno di quello che fa la tifoseria interista. E mi vergogno di quelllo che fanno a questo magnifico sport i tifosi. Anzi, i coglioni. Una protesta intelligente, all’arrivo della notizia, sarebbe stata una mossa semplice, civile e incisiva: abbandonare lo stadio. Tutti gli stadi. Le squadre avrebbero giocato da sole. In tutta italia. Invece, questi deficienti, quelli che sono convinti hce una mazza ferrata dovrebbe essere parte del normale abbigliamento di tutti i giorni, hanno cominciato a fare atti di vandalismo, prendendosela con tutto e tutti. Paese civile? Ma vaffanculo. Vaffanculo a questi idioti che non hanno capito che il calcio è sfida ma solo in quei 105×68 metri del campo. Va bene sostenre la propria squadra, ma sostenere non vuol dire essere violenti. E allora, sapete che vi dico? Vaffanculo, vandali. Vaffanculo strumentalizzatori, vaffanculo a tutti voi, che vi dichiarate tifosi, vi dichiarate ultrà e siete solo capaci di menare le mani. La morte di Gabriele ha ancora meno senso, grazie a voi. Avete preso la morte di un ragazzo e l’avete strumentalizzata. Vaffanculo. E vaffanculo pure tu, Grillo. Fai un Vaffanculo Day contro questi deficienti, che vengono ai tuoi spettacoli a inveire contro la politica italiana e poi vanno allo stadio pronti alla guerra. Vaffanculo, perchè è facile mettersi contro i politici, tutta la popolazione ti segue, ma è difficile mettersi contro i ragazzi, contro i vandali. Vaffanculo pure a te. Io ho paura ad andare allo stadio. Ho sempre desiderato andare a vedere il derby (Inter-Milan, ovviamente), o anche solo una partita dell’Inter. Ai tempi ero troppo piccolo, ora sono cresciuto, potrei, ma ho paura. Andatevene a fanculo tutti, stronzi. Vedere le immagini nei tg, vedere gli atti di vandalismo, di idiozia, perpetrati con la scusa di un ragazzo morto, mi fa vomitare. Avere strumentalizzato così una morte già di suo insensata… idioti. Sono veramente senza parole. Anzi le parole le ho. Il problema è che se le scrivo, potrei anche essere tentato di metterle in atto. Già solo il pensarlo mi aggiudica per svariati anni di purgatorio. Vorrei veramente dire qualcosa di costruttivo, ma di fronte a tutto questo mi viene da pensare che allo stadio ci vanno i branchi di animali. Vietare le trasferte ai tifosi? No, vietare le partite. Prenderli, tutti quelli che è possibile. Interdirli a vita dagli stadi. Tiri la monetina in campo? Un anno di interdizione, deficiente. Introduci tombini? 10 anni se mi sento generoso. Fai atti di vandalismo? Scordati di tornare allo stadio. Magari non è la soluzione definitiva, ma secondo me sarebbe valida. E allora, andate a fanculo, perchè questo “tifo” non è tifo. E’ solo idiozia, stupidità, inutilità.